RIGUARDO IL PROGETTO

Il problema del doping

negli sport non-agonistici.

Ad oggi, il doping è uno dei problemi più grandi nello sport. Questo vale sia per gli atleti professionisti sia per quelli non professionisti, questi ultimi spesso non sono a conoscenza delle numerose e gravi conseguenze provocate dall’uso di integratori e farmaci proibiti che migliorano le prestazioni.

Il desiderio di raggiungere risultati in fretta, può causare danni a lungo termine sul corpo di chi ne fa uso, minacciando le sue funzioni vitali. Anche se il doping non è proibito e non viola nessuna regola, per chi pratica sport a livello amatoriale, rimane il fatto che si sta comunque “barando” contro se stessi e si sta spingendo oltre i propri limiti in modo scorretto. Alcune delle sostanze piu comuni includono steroidi, stimolanti vari, eritropoietina sintetica, ormone della crescita e marijuana.

Studi dimostrano come sia necessario prevenire o ridurre al minimo il consumo di queste sostanze. Bisogna ricordare che nel corso degli ultimi anni c’è stato un incremento nell’uso di vari prodotti atti a velocizzare la crescita dei muscoli e riderre il grasso corporeo.

Questi prodotti, utilizzati senza una supervisione medica e senza un dosaggio raccomandato, risultano pericolosi e in grado di provocare rischi per la salute mentale e fisica di chi li utilizza. Il modo migliore per combattere il doping è la prevenzione e la sensibilizzazione sui suoi effetti dannosi e questo è esattamente ciò che il progetto Just Sport mira a realizzare.

STEROIDI

Gli steroidi sono creati sulla base dell’ormone maschile chiamato testosterone. Negli sport, gli steroidi sono usati principalmente per una crescita più veloce di muscoli e forza fisica. Alcuni, dei tanti, aspetti negativi derivati dal consumo di steroidi includono: maggiori probabilità di sviluppare danni e malattie del cuore e del fegato, nonchè un aumento dell’aggressività. Nell’uomo, l’uso di steoridi può provocare diversi problemi all’apparato riproduttivo e alle sue funzionalità, incluso problemi di fertilità e disfunzione erettile. Nelle donne invece, è possibile che l’uso di steoridi porti allo sviluppo di caratteri mascolini tra cui: una voce più profonda, aumento di peluria facciale e assenza di mestruazioni.

STIMOLANTI

Gli stimolanti includono una vasta gamma di sostanze in grado di ridurre la stanchezza o aumentare la reattività di chi ne fa uso. Allo stesso tempo, queste sostanze, provocano insonnia, tremori involontari, perdita di equilibrio e coordinazione, frequenza cardiaca irregolare e aumento del rischio di subire infarti o ictus. L’abuso di sostanze stimolanti, combinato a un’eccessivo sforzo fisico, ha persino portato alla morte di atleti in vari settori sportivi.

EPO – Eritropoietina

L’ Eritropoietina è un ormone prodotto dai reni e dal fegato. Regola la produzione di globuli rossi, i quali trasportano l’ossigeno dai polmoni alle cellule. Una versione sintetica di questo ormone naturale viene utilizzano nello sport per favorire un migliore uso dell’ossigeno, viene però associato anche al rischio di morte improvvisa. L’Eritropoietina rende il sangue simile al miele, denso e appiccicoso, prevenendo così la normale circolazione sanguigna. Il risultato è un aumento della pressione sanguigna e un rallentamento della frequenza cardiaca che aumenta il rischio di subire infarti o ictus.

HGH – Ormone della crescita

L’ormone della crescita, che sia sintetico o naturale, costruisce la massa muscolare, rafforza le ossa e riduce i tempi di recupero dopo un infortunio. Gli effetti collaterali sono estremamente pericolosi e includono malattie come l’acromegalia, che provoca l’ingrandimento di mani e piedi, nonchè di organi interni. L’ormone della crescita aumenta anche il rischio di artrite e di contrarre di malattie della tiroide e del fegato.

MARIJUANA

La marijuana o cannabis è anch’essa presente nella lista delle sostanze proibite dopanti. Influenza i risultati sportivi di chi ne fa uso, ma anche la sua salute in generale. Il consumo di cannabis porta a carenze di memoria e attenzione, inoltre sopprime il sistema immunitario. Fumare marijuana può portare danni ai polmoni, nonchè causare cancro alla gola e dipendenza sia fisica che psicologica.