OBIETTIVI DEL PROGETTO

Essere magri e muscolosi sembra quasi essere diventato imperativo data la promozione portata avanti sia dai media, sia dalla società odierna. Ciò ha portato l’individuo a compiere attività sportiva non tanto per migliorare la propria condizione di salute, ma quanto per migliorare il proprio aspetto fisico. Per raggiungere i propri obiettivi il più velocemente possibile, gli atleti non-agonistici tendono a usare vari prodotti senza un’adeguata conoscenza e senza consultare nessuno. Queste sostanze sono diventate facilmente ottenibili e non sono disponibili solo in negozi specializzati, ma anche nei centri fitness stessi, che sono anche i più grandi promotori di questi prodotti.

Solo una manciata di allenatori è a conoscenza degli effetti e della pericolosità derivata dal consumo di sostanze dopanti, mentre un grande numero di loro è ignorante in materia. Inoltre, per la maggiorparte, gli atleti non professionisti non comprendono o non sanno abbastanza sulle conseguenze derivate dall’assunzione sostanze stimolanti. Per questa ragione l’obiettivo principale del progetto Just Sport è quello di educare coloro che ne fanno uso, o che potrebbero farne, sugli effetti dannosi e sulle minacce del doping. A parte gli allenatori e gli atleti non-agonisti nei centri fitness o palestre, il gruppo target del progetto include anche istituzioni educative o sanitarie. Sono incluse anche organizzazioni sportive, autorità locali, regionali e nazionali, nonchè in generale la popolazione locale.

Vedendo che gli atleti dilettanti non sono soggetti a controlli anti-doping e che gli effetti del doping sulla loro salute sono gli stessi di quelli degli atleti professionisti, è fondamentale reagire nel modo più appropriato per ridurre questo crescente problema di salute pubblica.

Durante l’arco di durata del progetto Just Sport, che è di 18 mesi, i sei paesi partner porteranno avanti un certo numero di attività, incluso ricerche e analisi di documenti esistenti, per indentificare le migliori pratiche europee e internazionali possibili e implementarle a livello locale, regionale e nazionale. Inoltre, dei questionari verranno distribuiti tra gli allenatori e atleti dilettanti nei centri fitness, per identificare le loro abitudini riguardo l’uso di sostanze dopanti. Successivamente verrano realizzati dei moduli di apprendimento per il gruppo target del progetto, nonchè vari altri eventi per loro e per le organizzazioni partner.